Autore: Alessia Genovese

Palestre

Gestire una palestra: consigli utili

January 30, 2014, 11:17

Gli appassionati di sport o gli ex campioni sportivi, passata l'età dell'agonismo di alto livello, decidono spesso di aprire una propria attività per far fruttare in modo nuovo la passione per lo sport.

In molti casi si ritiene però che per gestire bene una palestra o un centro sportivo basti essere dei bravi atleti. Non è così! Un centro sportivo è a tutti gli effetti un'attività imprenditoriale, che va gestita secondo le regole del mercato.

La gestione di una palestra non si improvvisa! È della massima importanza, ad esempio, dotarsi dei consulenti giusti per gestire aspetti legali, amministrativi e burocratici. Le figure di riferimento sono almeno quattro:


  • commercialista: la prima condizione affinché un'azienda abbia successo è la presenza di un valido commercialista. Certo, chi vuole aprire un'attività in proprio deve conoscere gli aspetti base della gestione commerciale, ma per questioni più tecniche o specifiche serve un commercialista preparato. Il commercialista si occuperà di contabilità, bilanci, fatture, tasse, dichiarazioni dei redditi e buste paga dei dipendenti
  • consulente del lavoro: avviare un'attività significa gestire il personale, scegliere le forme contrattuali e provvedere a tutti gli aspetti riguardanti contratti, ferie, permessi, malattie, assunzioni, licenziamenti. Di queste problematiche si può occupare un consulente del lavoro, che ha una perfetta conoscenza della contrattazione nazionale e delle leggi riguardanti il lavoro dipendente o autonomo
  • consulente legale: scrivere una lettera dal contenuto sensibile, redigere un contratto, verificare la legittimità di alcune istanze e le implicazioni giuridiche civili o penali di azioni proprie o altrui. Sono questi i compiti essenziali per un consulente legale
  • consulenza di altro tipo: per gestire un'azienda può essere utile fare affidamento su società specializzate su vari temi, dalla formazione ai rapporti con le banche (ad esempio aziende che siano in grado di effettuare il calcolo dell'usura bancaria per il rientro di capitali estorti in modo fraudolento), dalla partecipazione a bandi pubblici all'ottenimento di finanziamenti privati di altro genere.

Un'azienda che funzioni, però, non si appoggia solo su figure esterne, ma anche su uno staff serio, affidabile e preparato.

In una palestra, pensare di gestire tutto in proprio significa esplodere ben presto commettendo inevitabilmente degli errori. Servono delle figure di riferimento, in particolare:

  • personale di segreteria con competenze amministrative e gestionali
  • personale commerciale, addetto alla vendita di abbonamenti e alla cura della clientela
  • staff tecnico per gestire la sala pesi ed i corsi

Nelle palestre più piccole, l'area commerciale e quella amministrativa tendono spesso a sovrapporsi. L'importante è però che nessun aspetto venga sacrificato a scapito di un altro. 

Un'altra regola fondamentale è quella di individuare dei responsabili per ogni area, in modo che il proprietario riesca a delegare alcuni compiti alle persone di fiducia e che i processi decisionali/operativi si svolgano in modo più fluido e veloce.

Resta aggiornato su sport e fitness cliccando su Mi Piace
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia

ultime foto

Seguici su facebook